Servizi Cosfer

Produzione Serramenti

Sostituzione Infissi

Posa in Opera

Finanziamenti

Realizzazioni

Showroom

Arredare in stile industriale: l’eleganza della semplicità

Una delle cose più divertenti e impegnative che nella vita personale di ognuno di noi può accadere è certamente realizzare una nuova casa o ristrutturarne una già esistente.

Non può mancare il tocco personale in ogni stanza, nell’arredo, nella scelta dei colori e perfino in quella dei serramenti come finestre e porte finestre, sbizzarrendosi tra PVC, alluminio, infissi più o meno economici, con o senza inferriate, a battente o scorrevoli, per approdare alle moderne finestre in legno alluminio.

Tutto all’interno dell’abitazione parlerà di noi, di come siamo e di cosa preferiamo. Oggi più che in passato, si tende a trasporre la nostra personalità nelle scelte che riguardano la casa, ma il passaggio più importante da fare è a monte, ossia decidere quale stile conferirle.

Ci si può scatenare tra l’accogliente e caldo stile etnico, il vissuto e confortevole shabby, il pratico e disimpegnato country o il rassicurante e sempre in voga stile classico. È tuttavia indiscusso che negli ultimi tempi uno degli stili più ricorrenti sia quello industriale.

 

Sommario:

Arredare in stile industriale: l’eleganza della semplicità

Stile industriale: bellezza e comfort in casa

Struttura e infissi a taglio termico

I colori e l’illuminazione

I materiali e gli arredi

Come salvaguardare il comfort termico in una casa industriale

Porte e serramenti migliori per una casa in stile industriale

Quali errori evitare nell’arredamento in stile industriale

COS.FER.: infissi a taglio termico, infissi scorrevoli e molto altro

 

Stile industriale: bellezza e comfort in casa

Questo stile nasce intorno agli anni ‘50, quando nella fastosa e glamour New York si recuperarono vecchie fabbriche dismesse.

Anziché essere demolite, queste vennero riqualificate, trasformandole in dimora di moltissimi artisti che non solo vi abitavano, ma le utilizzavano per realizzare le loro opere.

All’inizio, furono dei veri e propri laboratori d’arte che videro la massima esplosione tra il 1960 e il 1970. Tale riutilizzo ebbe grande successo e si diffuse in tutto il mondo, creando un vero e proprio stile di grande tendenza.

porte finestre stile industriale

Lo stile industriale risponde a canoni ben precisi che lo rendono riconoscibile e largamente imitato.

Sono indimenticabili le vecchie foto spesso pubblicate sulle riviste di style che immortalano i tipici tetti alti e le grandi finestre con inferriate e gli infissi scorrevoli (oggi in PVC) senza dubbio imponenti e caratterizzanti.

È uno stile moderno, essenziale e sobrio, dove il concetto di minimalismo è sinonimo di eleganza.

Struttura e infissi a taglio termico

Lo stile industriale ha caratteristiche che lo rendono inconfondibile rispetto ad altri.

Provenendo dalla riqualificazione di vecchi capannoni, depositi o magazzini, dal punto di vista strutturale richiede ampi spazi, tetti alti e impianti lasciati a vista a scopo decorativo, che non vengono nascosti ma anzi esposti e valorizzati.

Altro elemento caratteristico è l’esposizione di travi, pilastri e anche di mattoni che in passato si trovavano sotto l’intonaco delle vecchie fabbriche.

Un must dello stile industriale è la presenza di grandi finestre munite di inferriate. Quelle originali erano in alluminio o in legno, con tutti i problemi legati a questo tipo di materiali; approfondiremo la cosa nei prossimi paragrafi.

Oggi sul mercato si trovano serramenti di gran lunga migliori, tra i quali anche infissi economici ma di ottima qualità. COS.FER. stessa propone una vasta gamma di modelli, che si distinguono per il grande rapporto qualità-prezzo.

Al giorno d’oggi, le finestre e i serramenti delle abitazioni in stile industriale vengono spesso realizzate in legno alluminio o nel comodo e pratico PVC, per via delle alte prestazioni.

Per proteggersi dal freddo e dal caldo si suggeriscono infatti infissi a taglio termico. In questo modo si ha la tipica estetica dello stile, unita al comfort termico in casa.

I colori e l’illuminazione

Per riprodurre fedelmente uno stile industriale, i colori usati per le pareti e i soffitti, per i serramenti e per le porte, per le finestre e le inferriate, saranno principalmente il grigio e il nero.

Anche il bianco può trovare una sua collocazione, a patto che venga usato per illuminare qualche parete oppure i battenti interni delle moderne finestre in legno alluminio Sciuker o PVC, senza sostituirsi completamente al grigio che invece dovrebbe dominare.

Usando così tanto grigio, si rischia di rendere l’ambiente troppo freddo. Mobilio e accessori aiutano a migliorare il comfort in casa, rendendola più vivace e calda.

Il legno grezzo e il rame sono in linea con lo stile industriale e, al contempo, aggiungono un tocco di vivacità. Qualche nota di colore qua e là è consentita mediante l’integrazione di grandi divani colorati e di cuscini.

L’illuminazione artificiale è garantita mediante l’uso di lampadari dal gusto vintage e cupole in metallo a sospensione, collocati in punti strategici. Nella zona giorno solitamente si trovano in fila lungo la linea del tavolo da pranzo, in altri ambienti si collocano al centro del soffitto per fornire luce diffusa.

I fili o le catene dei collegamenti elettrici possono essere lasciati a vista.

·       I migliori serramenti per una casa luminosa in stile industriale

I faretti e i lampadari a sospensione sono un must nello stile industriale, ma non possono sostituire la luce naturale. Le grandi vetrate tipiche di questi ambienti fanno entrare sole in abbondanza.

Le stanze sono immerse nella luce, con un enorme beneficio per la mente e il corpo. Il comfort in casa passa infatti anche dai rapporti aeroilluminanti.

Nonostante l’importanza del rapporto tra aria e luce delle finestre, i finestroni tipici dello stile industriale sono quasi spariti. A meno che non si viva davvero in una fabbrica dismessa e recuperata, è impossibile ottenere un effetto identico al 100%.

Alcuni modelli di finestre in legno alluminio di qualità consentono però di far entrare quasi altrettanta luce, anche se la misura dei vani è sempre la stessa.

I migliori serramenti per una casa luminosa sono dotati di un profilo ultra sottile, che dà più spazio al vetro.

Dato che la superficie trasparente è più grande, entra più luce e migliora il comfort in casa. Sciuker propone due linee di finestre in legno alluminio concepite in questo modo:

  • City, che fa entrare il 30% di luce in più;
  • EXO, che fa entrare addirittura il 35% di luce in più.

I materiali e gli arredi

Nello stile industriale per rivestire i pavimenti è opportuno utilizzare le resine nei colori del grigio, che oltre ad essere estremamente pratiche, esaltano la luce naturale che proviene dalle grandi  finestre in PVC, di legno alluminio o dagli infissi scorrevoli.

Per il resto, i materiali che vanno per la maggiore sono il cemento, il vetro, l’acciaio ma anche il ferro. Il ferro, in particolare, consente di ottenere effetti che aggiungono colore all’insieme.

La ruggine riprodotta su mensole e complementi d’arredo attribuisce all’insieme un tocco di vissuto che non guasta. Come accennato sopra, gli arredi solitamente sono realizzati in legno, per rendere caldo e accogliente l’ambiente.

A seconda delle preferenze, si può puntare sul legno grezzo o virare su un laccato, molto più minimale e ordinato.

Un ottimo modo per trovare arredi nuovi consiste nel gironzolare nei mercatini delle pulci o di antiquariato, per selezionare utili pezzi come scrittoi per il salotto o vecchie cassapanche da usare come sedute.

Tipicamente, gli ambienti usati per lo stile industriale sono grandi open space, suggestivi ma difficili da gestire.

Nella divisione degli ambienti, ma anche per le finestre, si suggeriscono infissi scorrevoli in alluminio legno per la leggerezza, o finestre in legno alluminio per una scelta più innovativa.

Come salvaguardare il comfort termico in una casa industriale

Enormi open space, grandi vetrate, tubi scoperti e mobili in acciaio: la ricetta perfetta per la dispersione termica. Proteggere il tuo comfort termico in una casa industriale potrebbe essere complicato, specie se per ristrutturare ti affidi a realtà poco serie.

Con qualche accorgimento e i prodotti giusti puoi però ridurre lo spreco di energia, ottenendo un ambiente di design e caldo.

  • Scegliere finestre in legno alluminio di qualità. Abbiamo visto che i migliori serramenti per una casa luminosa hanno profili sottili e vetri grandi. C’è da chiedersi se questo non li renda anche meno isolanti e quindi meno efficienti, in termini di risparmio energetico. In realtà, basta scegliere prodotti di alta qualità, come le finestre in legno alluminio di Sciuker o le finestre scorrevoli in PVC.
  • Dividere gli ambienti con porte scorrevoli interne, che spariscono al bisogno. Ciò rende più facile riscaldare le parti della casa più usate, senza disperdere calore anche in quelle che non si stanno usando.
  • Usare mobili in legno e tessuti naturali. Oltre che riscaldare l’ambiente in senso figurato, aiutano a trattenere il calore. In questo modo il tepore persiste più a lungo ed è più facile mantenere il comfort termico in casa.

Porte e serramenti migliori per una casa in stile industriale

Abbiamo visto quanto sono importanti i serramenti, all’interno di un contesto del genere.

Per realizzare un ambiente in stile industriale è infatti fondamentale installare porte e finestre che siano abbastanza grandi da far entrare luce, ma che siano anche abbastanza isolanti da proteggere contro il freddo e il caldo.

La soluzione giusta potrebbe essere una finestra in PVC o infissi taglio termico che è possibile acquistare, parallelamente ad una vasta gamma di serramenti di qualità, presso l’azienda COS.FER. di Cologno Monzese, in provincia di Milano.

Entriamo più nel dettaglio e vediamo quali sono i serramenti migliori per una casa industrial-style.

·       Serramenti migliori: quali porte interne scegliere?

COS.FER. propone porte interne di qualità, realizzate da Bertolotto. La gamma comprende porte di tutti i tipi, adatte alle situazioni più disparate.

Nel caso di un open space, sarebbe un peccato dividerlo con delle pareti interne. D’altra parte, i grandi spazi aperti sono difficili da riscaldare e offrono poca privacy. Una buona via di mezzo potrebbero essere le porte scorrevoli interne di Bertolotto, realizzate in vetro e in vetro alluminio.

Quando si desidera lo spazio aperto, le si spalanca; quando si desidera avere due o più stanze separate, le si chiude. Le versioni in vetro trasparente hanno il pregio di far passare la luce ma non gli odori, il che le rende perfette per separare zona living e cucina.

Se la casa è suddivisa in stanze, come in gran parte dei casi, sono disponibili porte di design. I modelli della linea Corten riproducono l’effetto delle porte di metallo usate nelle fabbriche.

La finitura stonalizzata riproduce il colore e la texture della ruggine ed è del tutto personalizzabile.

·       Serramenti migliori: quali finestre scegliere?

Le finestre in legno alluminio Sciuker sono la scelta più adatta all’arredamento industriale: sono eleganti, isolanti e fanno entrare tanta luce.

Per un effetto ancora più industrial, uno dei design per serramenti migliori è il Grigio Urban, che mantiene la texture del legno. Altrimenti, si può puntare su un laccato nero o grigio.

In alternativa alle finestre in legno alluminio di qualità, si possono scegliere finestre scorrevoli in PVC o finestre a battente nello stesso materiale.

Il PVC è un materiale isolante e robusto, che mantiene le proprie caratteristiche anche per 20/30 anni.

Grazie alla tecnologia AcrylColor, i profili sono disponibili in tanti colori lucidi o opachi, protetti dai trattamenti antigraffio. Tra i colori ci sono ovviamente anche il nero e il grigio.

Per avere profili sottili come con Sciuker EXO o City, i serramenti migliori sono Essenziale. Il loro design essenziale – è proprio il caso di dirlo – fa entrare il 30% di luce in più. Tutto questo con l’isolamento termico tipico delle finestre scorrevoli in PVC di COS.FER.

Quali errori evitare nell’arredamento in stile industriale

Arredare in stile industriale significa giocare con i grigi e il metallo, mixare cemento e legno. Significa scegliere finestre in legno alluminio di qualità che facciano entrare tanta luce, senza per questo disperdere calore.

Sono tutti punti fondamentali e facili da comprendere, che però lasciano ancora ampio spazio agli errori.

Per chiudere la nostra panoramica sullo stile industriale compatibile con il comfort termico in casa, vediamo quali sono gli scivoloni più comuni e come evitarli.

  • Esagerare troppo o troppo poco. Come in tutti gli stili, bisogna trovare l’equilibrio perfetto tra eccesso e noia. Non esiste una regola unica generale, se non spezzare il grigio con un po’ di colore. Altrimenti, si rischia di trasformare l’appartamento in un unico blocco color piombo.
  • Dimenticare metallo e ruggine. L’arredamento industriale gira intorno alle suggestioni delle fabbriche dismesse. Senza qualche sedia con gambe in ferro o porte scorrevoli interne arrugginite ad arte, che fabbrica sarebbe?
  • Usare solo mobili nuovi. I serramenti devono essere nuovi e posati con perizia, mentre i mobili migliori sono un po’ vissuti. Graffi e crepe aggiungono rendono ciascun pezzo unico, conferendo personalità alla stanza.
  • Lasciare le pareti spoglie. Uno dei modi per spezzare il grigio è appendere quadri e stampe alle pareti. Ovviamente in stile industriale anche quelle. Chi si diletta con l’arte o è disposto a pagare un professionista, può decorare i muri con murales che richiamino l’atmosfera metropolitana.

COS.FER.: infissi a taglio termico, infissi scorrevoli e molto altro

COS.FER. da oltre vent’anni è leader nel settore dei serramenti in PVC, finestre in legno e legno alluminio, ma anche persiane, zanzariere, porte blindate, porte interne e cancelli di sicurezza.

Sul sito è presente un’ampia gamma di prodotti adatti a tutte le esigenze.

È possibile richiedere una consulenza o avere maggiori informazioni recandosi presso lo showroom sito in Strada Padana Superiore n. 251, a Vimodrone (MI). In alternativa, compilando il nostro form i nostri esperti vi risponderanno su ogni questione.