Servizi Cosfer

Produzione Serramenti

Sostituzione Infissi

Posa in Opera

Finanziamenti

Realizzazioni

Showroom

Bonus IVA e agevolazioni prima casa 2020

Quando si acquista la prima casa sono numerose le domande che affollano la mente di chi deve comprare.

L’acquisto di un immobile impiega, infatti, ingenti capitali e per questo è normale cercare informazioni sicure.

A preoccupare i nuovi acquirenti c’è anche l’aspetto che riguarda la tassazione e la possibilità o meno di usufruire di agevolazioni per i lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria necessari a rendere la casa agibile, confortevole e in linea con l’aspetto estetico che si desidera.

Tra gli interventi comunemente necessari (e consigliati) c’è il cambio dei serramenti.

Il cambio dei serramenti, oltre ad armonizzare l’aspetto estetico della casa, consente un buon isolamento acustico e termico comportando un notevole risparmio sulle spese per la climatizzazione degli ambienti.

Grazie al Bonus prima casa 2020, è possibile sostituire i serramenti usufruendo di incentivi e agevolazioni pari al 50% delle spese sostenute. Vediamo, quindi, quali sono le domande più frequenti relative al bonus, quali requisiti bisogna rispettare per ottenerlo e quali sono le spese detraibili previste.

 

SOMMARIO:

Bonus IVA e agevolazioni prima casa 2020

Bonus prima casa 2020: domande e risposte

Bonus prima casa 2020: le agevolazioni previste

Bonus prima casa 2020: i requisiti

Requisiti per ottenere il bonus ristrutturazione prima casa

Ristrutturazione casa: spese detraibili

Sostituire infissi e serramenti: i prodotti di COS.FER.

COS.FER., i migliori infissi e serramenti per la tua prima casa

 

Bonus prima casa 2020: domande e risposte

sostituzione infissi risparmio

COS.FER, come azienda produttrice di serramenti e in qualità di fornitore per Milano e la sua provincia ha voluto rivolgere al commercialista alcune domande frequenti in merito alla tassazione dei lavori di manutenzione straordinaria e alla possibilità di usufruire di agevolazioni fiscali.

Qual è l’IVA prevista per la sostituzione degli infissi?

Nel caso in cui l’azienda installatrice è anche l’azienda costruttrice l’IVA è ridotta al 4%. Chi acquista l’immobile, infatti, può chiedere di applicare sul prezzo di vendita della casa e alle imposte (catastale, ipotecaria, di registro) un’aliquota IVA agevolata pari al 4%.

Sono previste agevolazioni per il cambio dei serramenti?

Sì, grazie al bonus infissi e serramenti, il cambio dei serramenti è considerato sia un lavoro di manutenzione straordinaria che un lavoro finalizzato al risparmio energetico, e per questi due tipi di lavoro sono previste agevolazioni.

Vuol dire che si può usufruire di una doppia agevolazione?

No. Le agevolazioni previste nell’uno e nell’altro caso non sono cumulabili e, d’altra parte, non è detto che il cambio dei serramenti, per la specifica abitazione, rientri in entrambe le casistiche.

Che differenza c’è tra le due agevolazioni?

Anche i lavori che comportano un risparmio energetico danno diritto ad una detrazione del 50% (serramenti, infissi ecc.). Per usufruire della detrazione è necessario che l’immobile sia già dotato di impianto di riscaldamento prima dei lavori.

Allo stesso modo, i lavori di manutenzione straordinaria danno diritto alla detrazione al 50% per le ristrutturazioni edilizie. Tale detrazione è applicabile solo per abitazioni ed edifici residenziali. Chi usufruisce di tale agevolazione può inoltre ottenere il bonus mobili ed elettrodomestici.

Come usufruire delle agevolazioni?

L’iter per ottenere la detrazione al 50% è leggermente più complesso perché prevede specifica comunicazione all’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori e l’invio, se previsto, di una Comunicazione di inizio lavori all’ASL.

Qualora si abbiano incertezze naturalmente si suggerisce di rivolgersi a un consulente competente in materia, come lo è la ditta COS.FER.

 

Bonus prima casa 2020: le agevolazioni previste

Oltre alla proroga prevista dalla Legge di bilancio, che consente di richiedere il bonus prima casa 2020 fino al 31 dicembre 2020, è prevista un’ulteriore proroga in risposta all’emergenza Covid-19.

Infatti, chi deve ristrutturare o eseguire interventi di efficientamento energetico, ha la possibilità di fruire del bonus e delle agevolazioni fiscali per l’acquisto della prima casa anche successivamente, grazie alla sospensione dei termini previsti. Ma quali sono le agevolazioni previste dal Bonus prima casa 2020?

  • una riduzione dell’IVA, che scende dal 10% al 4% nel caso in cui si acquisti l’immobile direttamente dall’impresa costruttrice. In questo caso, si pagherà un’imposta agevolata fissa di 200 euro per l’imposta ipotecaria, catastale e di proprietà;
  • l’imposta agevolata in misura fissa di 200 euro si applica anche per l’acquisto di un immobile volto a successioni o donazioni;
  • per l’acquisto da privati o da società l’imposta di registro da versare per l’acquisto dell’immobile viene ridotta al 2% . In questo caso, l’imposta catastale e l’imposta ipotecaria restano fisse a 50 euro;
  • per quanto riguarda il credito d’imposta, i soggetti che vendono e riacquistano l’immobile entro 12 mesi possono usufruire delle agevolazioni detraendo l’imposta nuova da pagare con quella già pagata per l’acquisto del precedente immobile.

Altri incentivi per l’acquisto della prima casa

Le agevolazioni previste dal Bonus prima casa 2020 non finiscono qui. Infatti, oltre alle imposte agevolate e ridotte, chi acquista la sua prima casa può anche usufruire di ulteriori detrazioni in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi.

In questo caso, è possibile richiedere:

  • una detrazione Irpef pari al 19% e fino a un tetto massimo di 1.000 euro relativa alle spese di intermediazione immobiliare;
  • una detrazione sul mutuo relativamente agli interessi passivi.

 

Bonus prima casa 2020: i requisiti

Ovviamente, per poter ottenere le detrazioni fiscali previste dal Bonus prima casa 2020, è fondamentale rispettare alcuni requisiti. Vediamo, innanzitutto, quali caratteristiche deve possedere l’immobile.

Chi acquista la prima casa, deve accertarsi che l’abitazione:

  • non rientri nelle categorie catastali A1, A8 e A9;
  • rientri in una delle categorie di abitazione di tipo:
    • civile (A/2);
    • economico (A/3);
    • popolare (A/4);
    • ultra popolare (A/5);
    • rurale (A/6);
    • abitazioni in villini (A/7);
    • abitazioni tipiche del luogo (A/8).

– Agevolazioni acquisto prima casa 2020: requisiti del beneficiario

Inoltre, anche chi acquista il suo primo immobile deve rispondere a specifici requisiti, come:

  • non possedere un immobile in tutto il territorio nazionale per il quale ha già fruito di agevolazioni né venderlo entro 12 mesi;
  • non essere proprietario di un immobile nello stesso Comune in cui si richiedono le detrazioni per l’acquisto della prima casa;
  • essere residente nello stesso Comune in cui si trova l’immobile da acquistare oppure spostare la propria residenza entro 18 mesi dall’ottenimento del Bonus prima casa 2020;
  • non essere titolare di diritto d’uso, usufrutto o abitazione di un altro immobile all’interno dello stesso Comune in cui si richiede l’agevolazione per l’acquisto della prima casa.

In ogni caso, è possibile fruire delle agevolazioni previste dal Bonus prima casa 2020 anche se la propria residenza è diversa da quella del Comune in cui si trova l’immobile, ma solo se vi si svolge un’attività professionale o formativa.

Inoltre, se il soggetto beneficiario è cittadino italiano ma vive all’estero, può comunque certificare la propria condizione di emigrato direttamente nell’atto di acquisto.

 

Requisiti per ottenere il bonus ristrutturazione prima casa

Grazie alla proroga della Manovra economica 2020, le detrazioni fiscali sono previste anche per chi acquista una prima casa e intende eseguire interventi di ristrutturazione.

In questo caso, per la modifica o la sostituzione degli infissi è importante che:

  • gli infissi siano già stati installati all’interno dell’abitazione e che, quindi, siano già presenti al momento dell’acquisto dell’immobile;
  • l’intervento venga eseguito in una zona riscaldata della casa, delimitando il volume riscaldato verso l’esterno oppure verso ambienti non riscaldati della casa;
  • si scelgano infissi nuovi in grado di assicurare un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore o uguale al valore di trasmittanza limite indicato nella tabella 2 del D.M. Per accertarsene, è fondamentale richiedere l’intervento di un tecnico abilitato come un ingegnere, un perito o un architetto.

Abbiamo elencato i requisiti da rispettare per quanto riguarda gli interventi per la sostituzione o la modifica degli infissi, ma anche l’immobile deve rispettare dei requisiti prima di eseguire qualsiasi intervento. In questo caso, è fondamentale che:

  • l’immobile sia già esistente al momento della sostituzione degli infissi e che risulti (e che sia dimostrabile con una valida documentazione) già accatastato o in fase di accatastamento;
  • l’immobile sia dotato di un impianto di riscaldamento;
  • il contribuente o il venditore sia in regola con il pagamento di eventuali tributi.

 

Ristrutturazione casa: spese detraibili

 

Sostituzione infissi

Per quanto riguarda la ristrutturazione casa le spese detraibili per ottenere uno sconto Irpef del 50% sui lavori di manutenzione volti a rinnovare, sostituire e migliorare gli impianti tecnologici esistenti, sarà possibile:

  • sostituire la pavimentazione, interamente o parzialmente, anche all’esterno senza modificare i materiali;
  • riparare l’impianto idraulico, idrico o quello dello smaltimento delle acque reflue;
  • rivestire o tinteggiare le parti esterne;
  • rinnovare le impermeabilizzazioni e riparare eventuali parti danneggiate nei balconi o nelle terrazze;
  • sostituire alcune parti degli impianti tecnologici, infissi, serramenti e serrande.

I lavori di sostituzione degli infissi e dei serramenti sono probabilmente quelli che più gravano su chi acquista la prima casa, ma grazie agli incentivi di ristrutturazione casa le spese detraibili previste dal bonus prima casa 2020 consentono di sostituire infissi e serramenti senza troppi pensieri.

– Detrazione fiscale 2020 sostituzione infissi e serramenti

Come dicevamo, tra le diverse agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa si riconferma uno sconto economico del 50% per chiunque desideri eseguire la sostituzione degli infissi e dei serramenti.

L’obiettivo della Manovra economica 2020 è, soprattutto, quello di favorire il miglioramento dell’efficientamento energetico, che contribuisce sia all’aumento del comfort abitativo che a un notevole risparmio in bolletta.

L’aliquota di detrazione del 50%, come confermato dalla Legge di Bilancio 2020, riguarda anche le spese sostenute per eseguire interventi di modifica o di sostituzione degli infissi.

Chi acquista la prima casa, quindi, può ottenere uno “sconto” pari al 50% sul costo totale sostenuto per l’acquisto e per l’installazione dei nuovi infissi. Nelle spese detraibili sono inclusi anche i costi sostenuti per le prestazioni professionali.

In questo caso, però, le detrazioni sono previste purché non venga superato il tetto massimo previsto, entro e non oltre i 60.000 euro.

 

Sostituire infissi e serramenti: i prodotti di COS.FER.

Scegliere gli infissi e i serramenti migliori per la propria casa non è semplice, soprattutto se si tratta dell’acquisto e della ristrutturazione della prima casa.

Noi di COS.FER. ci occupiamo da anni di realizzazione, sostituzione e installazione di infissi e serramenti in tutta la provincia di Milano, offrendo un’assistenza completa e un servizio di consulenza anche in materia di incentivi e Bonus prima casa.

Dalle porte interne e blindate ai serramenti in PVC e in legno-alluminio, i nostri prodotti si distinguono da sempre per qualità e sicurezza, ma anche per stile e design. Scopri le soluzioni di COS.FER. per rendere la tua prima casa davvero perfetta.

Porte interne e blindate

La nostra collezione di porte interne e blindate firmata Bertolotto soddisfa qualsiasi esigenza. Dalle porte interne in vetro e alluminio Bikoncept, adatte a chi è alla ricerca di soluzioni eleganti per ottimizzare gli spazi, alle porte più dal concept più classico, per chi non vuole rinunciare alla tradizione ma neppure allo stile.

La vasta gamma di modelli di porte interne Bertolotto si distingue per materiali, colori e finiture, con soluzioni a scorrimento o a scomparsa, a libro o a soffietto per adattarsi a qualsiasi ambiente e gusto.

Le nostre porte blindate sono tra le migliori sul mercato, perché rispondono a tutti requisiti di sicurezza, offrendo al tempo stesso una grande possibilità di personalizzazione. Dalle porte blindate a doppio battente alle porte blindate con finestratura antisfondamento, è possibile scegliere tra un vasto assortimento di finiture, materiali e caratteristiche tecniche.

Se sei alla ricerca di porte interne e blindate di qualità e su misura, scopri il nostro catalogo e chiedici una consulenza per avere tutte le informazioni di cui hai bisogno in materia di detrazioni fiscali.

– Serramenti ed infissi in PVC

I nostri serramenti ed infissi in PVC sono prodotti da Piva Group, totalmente made in Italy e perfezionati dal nostro team di professionisti per assicurare il massimo dell’efficienza e della qualità funzionale ed estetica.

Il PVC è uno dei materiali più apprezzati e diffusi, perché in grado di garantire il massimo dell’isolamento acustico e, quindi, anche un incremento del comfort abitativo. Inoltre, si tratta di un materiale estremamente versatile in termini di finiture e colori, con un alto livello di personalizzazione.

I nostri serramenti ed infissi in PVC, inoltre, integrano sistemi a 6 camere d’aria, che assicurano un eccellente isolamento termico e un grande risparmio energetico, che si traduce anche in un risparmio in bolletta.

Puoi sostituire i vecchi infissi e i serramenti della casa che desideri acquistare, usufruendo delle agevolazioni del bonus ristrutturazione, con prodotti di alta qualità e a un prezzo estremamente competitivo.

– Serramenti ed infissi in legno-alluminio

Nella vasta gamma di serramenti e infissi offerti da COS.FER, trovi anche le finestre di pregio in legno e alluminio.

I serramenti ed infissi in legno-alluminio assicurano alte performance in termini di efficienza e design, e creano un perfetto equilibrio tra funzionalità ed estetica. Infatti, questi prodotti uniscono l’eleganza e le qualità fisiche del legno alla durevolezza e alle qualità isolanti dell’alluminio.

Si tratta della soluzione ideale per chi deve sostituire i vecchi infissi ed è alla ricerca di un prodotto duraturo, elegante e impeccabile dal punto di vista tecnico. Inoltre, i nostri serramenti ed infissi in legno-alluminio si integrano perfettamente in qualsiasi ambiente e puoi scegliere tra un’ampia gamma di modelli, essenze e finiture.

 

COS.FER., i migliori infissi e serramenti per la tua prima casa

COS.FER., azienda di Cologno Monzese (MI) specializzata in fornitura, realizzazione e installazione di serramenti e infissi, ti segue passo passo per scegliere le migliori soluzioni per la tua casa e fornirti l’assistenza necessaria in materia di Bonus prima casa 2020.

Puoi visitare il nostro showroom a Vimodrone, per scoprire i nostri infissi in PVC, in legno-alluminio e i diversi modelli di porte interne e blindate per rendere la tua abitazione elegante, sicura ed efficiente.

Inoltre, ti assicuriamo anche un servizio di posa in opera certificata di infissi e serramenti eseguita in modo impeccabile dai nostri professionisti, in modo che ogni prodotto duri a lungo e che garantisca alte performance in termini di isolamento termico e sicurezza.

Se desideri avere maggiori informazioni e saperne di più sui nostri prodotti, contattaci e richiedi un preventivo gratuito.