Servizi Cosfer

Produzione Serramenti

Sostituzione Infissi

Posa in Opera

Finanziamenti

Realizzazioni

Showroom

Distanze tra pareti finestrate e privacy: cosa dice la legge?

Hai appena acquistato un appartamento o una villetta da ristrutturare.

Dopo lunghe riflessioni, hai deciso di valorizzarlo con delle belle finestre per una casa moderna, in PVC o legno alluminio, anche aprendo dei vani nuovi. In questo modo entrerà più luce naturale e risparmierai energia, nel pieno rispetto dell’attenzione all’arredo green di questi anni. C’è un problema: sei sicuro di poterlo fare?

Prima di affrettarti a comprare le tue finestre scorrevoli in PVC nuove, leggi questo articolo. Ci sono infatti delle regole precise che determinano la distanza minima tra le superfici finestrate degli edifici. Una volta che ti sarai assicurato del fatto che i tuoi progetti siano a norma, allora potrai rivolgerti a COS.FER. per acquistare le migliori finestre per una casa moderna.

 

Sommario:

Distanze tra pareti finestrate e privacy: cosa dice la legge?

distanze finestre parete

Quali sono le distanze definite dal Tar

Tutto inizia dal Decreto Ministeriale del 2 aprile 1968, n. 1444. Il Decreto in questione stabilisce la distanza minima tra un edificio e l’altro. Al suo interno si definisce anche quanto spazio ci dev’essere tra una parete finestrata e l’altra, ovvero tra due facciate dotate di aperture verso l’esterno. Ai tempi, la norma è stata legiferata con l’obiettivo preciso di di proteggere la privacy degli abitanti dei due edifici, riducendo al minimo il rischio di guardarsi in casa a vicenda.

Se due pareti sono entrambe prive di finestre, la distanza minima tra di esse va dai 3 ai 5 metri. La scelta tra l’uno o l’altro limite dipende dalla zona utilizzata per costruire e dai confini delle proprietà. Se invece sono dotate di finestre, la distanza si raddoppia o triplica.

Secondo il Decreto, le finestre di una casa moderna devono essere distanti almeno 10 metri da quelle dell’altro edificio. Fanno eccezione gli edifici antichi del centro storico, che possono mantenere le distanze preesistenti. Quelli moderni sono invece tenuti a rispettare le normative, essendo privi di valore storico, architettonico o ambientale.

Posso aprire una finestra nuova?

Se durante la ristrutturazione devi solo sostituire le vecchie finestre con delle nuove finestre scorrevoli in PVC o con altri tipi di serramenti, dovresti poter stare tranquillo. I potenziali problemi sorgono soprattutto in presenza di finestre chiuse che vengono riaperte o di vani finestra nuovi. In questi casi, devi prestare attenzione sia alla distanza rispetto all’altro edificio sia a quella rispetto alla proprietà del vicino.

Mettiamo che tu abbia un appartamento al piano terra da ristrutturare. L’appartamento ha una stanza con una parete che dà verso l’esterno, eppure cieca. Decidi quindi di aprire dei vani e di installare delle finestre degne di una casa moderna. Sorvolando sui consigli per la privacy con una finestra al piano terra, soffermiamoci sulla legittimità della cosa. Lo puoi fare?

Se la facciata dell’edificio antistante è a meno di 10 metri, la risposta è no. Questo vale anche nel caso in cui l’altra parete fosse priva di finestre. Se invece la stanza dà sul cortile o il giardino di un altro edificio, la cosa si complica. Entra infatti in gioco la distinzione tra finestra usata come veduta, ovvero per affacciarti, e quella usata solo per far entrare luce e aria.

Prima di far partire i lavori, ti suggeriamo di consultare un esperto, onde evitare guai.

finestre in PVC Prestige

Serramenti in PVC modello Prestige HST – scorrevole parallelo

I balconi sono pareti finestrate?

Per rispondere dobbiamo recuperare la distinzione tra vedute e punti luce. Potenzialmente, le tue finestre scorrevoli in PVC potrebbero diventare dei semplici punti luce. La loro funzione sarebbe quella di far arieggiare e far rispettare i rapporti aeroilluminanti, ma nulla di più. A questo scopo, dovresti installare delle inferriate a grata fissa che ti impediscano di affacciarti o di buttare oggetti fuori.

Una porta finestra in PVC è quasi sempre una veduta, salvo casi eccezionali. Come da nome, infatti, le vedute sono le finestre che ti consentono di affacciarti all’esterno. In gran parte dei casi, le porte finestre sono usate per balconi e i terrazzi, implicando quindi l’affaccio. Questo dovrebbe già in parte rispondere alla domanda: l’eventuale divieto ad usare una finestra come veduta sarebbe da estendere anche alle porte finestre. E per quanto riguarda la distanza tra pareti finestrate?

Una parete finestrata è una parete munita di aperture di qualsiasi genere verso l’esterno. Ciò comprende finestre usate come punto luce, finestre usate come vedute e anche la porta finestra in PVC di cui sopra. Quindi sì, la presenza del balcone rende la parete “finestrata” anche qualora mancassero altre aperture.

 

Finestra al piano terra: consigli per la privacy

Le finestre di una casa moderna sono concepite in modo da rispettare tutte le norme di cui sopra: i problemi sono altri. Tantissime persone che hanno una finestra al piano terra cercano consigli per la privacy. Quando vivi così in basso, chiunque passi accanto alla tua finestra può vedere e sentire cosa stai facendo. In tanti casi, questo provoca un forte disagio negli inquilini. Il problema è risolvibile? Se sì, come?

  • Pellicole oscuranti per vetri. Si possono applicare alle finestre scorrevoli in PVC, a quelle a battente, a porte finestre. Sono delle pellicole realizzate in poliestere puro con uno strato in metallo atomizzato. Si attaccano sulla facciata interna dei vetri e li oscurano, rendendo più difficile sbirciare dentro.
  • Piante rampicanti e giardini verticali. Nel caso tu abbia un balcone al piano terra, proteggi la tua privacy trasformandolo in un giardino urbano. Sistema vasi di piante e rampicanti sui tre lati, in modo da nascondere la parte inferiore della porta finestra in PVC.
  • Tende, la soluzione più classica e adatta sia alle finestre sia alle porte finestre. In inverno, usa le tende a vetro. In estate, sono meglio le classiche tende a teli.

 

Soluzioni per la privacy delle finestre

A prescindere da dove siano posizionate le tue finestre e porte finestre e dalla normativa che regola le distanze rispetto ai tuoi vicini – normativa che, se desideri evitare problematiche, devi ovviamente rispettare – potresti avere il desiderio di accrescere ulteriormente la privacy della tua abitazione, mettendola al riparo da sguardi indiscreti. Del resto, generalmente, per tutti noi la propria dimora è come un nido in cui sentirsi al riparo. Per questo motivo, abbiamo quasi tutti la tendenza a renderlo confortevole anche rispetto al grado di privacy di cui possiamo godere tra le sue mura.

Se desideri assicurarti questo privilegio, puoi tenere in considerazione l’utilizzo di specifiche soluzioni che l’attuale mercato offre per poter tutelare la privacy all’interno di una abitazione. Vediamo insieme qualche esempio concreto.

 

Evitare sguardi indiscreti con appositi vetri per la privacy

Il vetro ha come caratteristica principale la trasparenza. Applicato sulle tue finestre e portefinestre, ti consente di guardare fuori casa senza dover per forza di cose provvedere ad aprirle. Esiste però un rovescio della medaglia. La trasparenza caratteristica del vetro limita di fatto il livello di privacy tra le tue mura domestiche. Per ovviare a questo problema, il mercato propone allora svariate tipologie di vetri opachi che lasciano filtrare la luce ma non gli sguardi indiscreti provenienti dall’esterno.

Tra le soluzioni di vetri che permettono di accrescere la tua privacy possiamo ricordare:

  • il vetro acidato;
  • il vetro sabbiato;
  • il vetro satinato;
  • il vetro a specchio;
  • il vetro con cristalli liquidi.

Caratteristiche del vetro acidato

In un vetro acidato, l’opacità viene ottenuta attraverso un particolare trattamento chimico che viene realizzato durante la fase di produzione della lastra di vetro. Attraverso questo processo, la superficie del vetro perde la sua lucentezza, divenendo per l’appunto opaca alla vista oltre che porosa al tatto.

In questo modo, il vetro lascia comunque passare la luce, non venendo così meno a una delle sue principali funzioni, dotandosi però nel contempo di una schermatura sfocata a maggiore tutela della privacy degli abitanti di una casa. Dopo il trattamento di acidatura, la lastra di vetro può essere anche sottoposta a un’operazione supplementare, comunemente nota come “spazzolatura”, che permette di diminuire la porosità.

Caratteristiche del vetro pellicolato

L’opacità del vetro pellicolato viene invece ottenuta inserendo una pellicola colorata tra due lastre di vetro. Il tipo di pellicola più usato per raggiungere questo effetto è la pellicola bianca nota anche come “pellicola latte”.

Caratteristiche del vetro sabbiato

In questa tipologia, l’effetto di opacità si ottiene spruzzando contro la lastra di vetro della sabbia molto fine, ad alta velocità. La lavorazione del vetro sabbiato è quindi meccanica. Oltre a consentire di accrescere il livello di privacy tra le mura domestiche, questo tipo di vetro viene sfruttato anche per creare decori con apposite maschere, in modo tale da risultare un piacevole complemento di design.

Caratteristiche del vetro a specchio

Come deducibile, il vetro a specchio si contraddistingue per la presenza di una superficie esterna riflettente. Questa caratteristica fa in modo che dall’esterno non sia possibile attraversare il vetro con lo sguardo, aiutando così a tutelare la privacy di un contesto domestico. Una simile tipologia di vetro presenta tuttavia un limite. L’effetto specchio funziona infatti solo durante le ore diurne. Di sera e di notte, con la luce accesa in casa, il vetro diviene attraversabile con lo sguardo non solo dall’interno ma anche dall’esterno.

Altro limite del vetro a specchio si ha nel fatto che la sua colorazione tende al marrone e per questo fa filtrare meno luce in casa. Questo ulteriore aspetto va tenuto in considerazione, soprattutto se i tuoi ambienti domestici sono poco luminosi.

Caratteristiche del vetro con cristalli liquidi

In ambienti domestici che, sfruttando le più recenti tecnologie, si fanno sempre più smart, il vetro con cristalli liquidi è una delle soluzioni più innovative per tutelare la privacy all’interno delle tue mura domestiche. Questa particolare tipologia di vetro sfrutta un sistema elettrico per passare dallo stato opaco allo stato trasparente, con un grado di intensità che può essere regolato a tuo piacimento. Oltre a evitare l’introduzione in casa di sguardi indiscreti, una simile soluzione ha il vantaggio di bloccare i raggi UV.

 

Pellicole LCD per vetri

Nel ventaglio delle soluzioni più tecnologicamente evolute per garantire maggiore privacy nella tua abitazione rientrano anche le pellicole LCD. Abbiamo già accennato poc’anzi alle pellicole oscuranti. Il concetto di base è essenzialmente lo stesso ma con l’ulteriore vantaggio di usufruire di una soluzione “intelligente” per la casa. L’inserimento di una pellicola LCD all’interno del vetro ti permette difatti con un semplice click di trasformare un vetro trasparente in un vetro satinato, evitando così che sguardi esterni possano introdursi nell’intimità delle tue mura domestiche.

 

L’altra privacy: quella acustica

Quando si parla di privacy all’interno delle mura domestiche, ci si dimentica in taluni casi di un altro aspetto che contribuisce anch’esso a fare la differenza. Ci riferiamo all’isolamento acustico. Godere di privacy in un contesto abitativo significa d’altronde anche mettersi al riparo da eventuali rumori esterni che possono turbare e innervosire – e non di poco – chi vive all’interno di una casa.

In assenza di un adeguato isolamento acustico, tra l’altro, sul lungo termine possono manifestarsi problematiche di salute di vario tipo negli abitanti di una casa soggetta ai rumori più disparati. Si parla non a caso di vero e proprio inquinamento acustico che può produrre conseguenze non solo all’udito ma all’intero benessere psico-fisico delle persone, rendendole maggiormente soggette a stress, nervosismo, mancanza di concentrazione, episodi di insonnia e ulteriori disturbi di diversa entità.

Per evitare che ciò accada risulta perciò essenziale dotare i propri contesti abitativi di serramenti di ultima generazione che, tra le proprie caratteristiche, hanno anche quella di assicurare il massimo grado di isolamento acustico. Aspetto che, insieme all’isolamento termico, contribuisce a offrire un livello di confort abitativo ottimale.

Le finestre e porte finestre prodotte da COS.FER. hanno tutte le carte in regola per far fronte anche a questa esigenza di primaria importanza. Un vero asso nella manica per il benessere della tua casa a tutto tondo.

 

Le finestre giuste per una casa moderna sono COS.FER.

COS.FER. è una realtà che si occupa di vendita e di produzione di serramenti adatti a ogni tipologia di contesto abitativo. Nel suo ventaglio di prodotti, la nostra azienda propone ad esempio finestre a battente, finestre scorrevoli in PVC, finestre in legno alluminio e in alluminio legno, perfette per tutti i tipi di case. I serramenti che siamo in grado di fornire alla nostra clientela sono in misure standard ma anche personalizzabili in base alle specifiche esigenze abitative.

Per toccare con mano le nostre proposte, frutto del miglior Made in Italy, puoi passare a trovarci direttamente nel nostro Showroom di Vimodrone, in provincia di Milano. Per ulteriori informazioni, invece, contattaci senza problemi.