Servizi Cosfer

Produzione Serramenti

Sostituzione Infissi

Posa in Opera

Finanziamenti

Realizzazioni

Showroom

Qual è la differenza tra legno tenero e duro?

Il legno è uno tra i materiali più apprezzati in ambito edile in virtù della sua notevole versatilità e della sua bellezza. Adottato all’esterno e all’interno delle abitazioni, il legno fornisce per di più una piacevole sensazione di calore, rendendo gli spazi più confortevoli e accoglienti.

Non vanno inoltre dimenticate le sue caratteristiche tecniche, in primis la sua capacità di fornire un ottimo isolamento termico così da permettere di contrastare e dispersioni di calore in inverno e quelle di frescura nei mesi estivi. Il legno contribuisce quindi non solo a creare un microclima ideale tra le mura delle nostre abitazioni, ma anche a ridurre sensibilmente gli sprechi energetici, con un chiaro impatto positivo sia sotto il profilo della sostenibilità ambientale sia in termini di economia domestica.

A disposizione di tutti noi vi è un ampio ventaglio di essenze lignee. In questo articolo approfondiremo in particolar modo la differenza tra legno tenero e duro. Conosceremo inoltre le principali caratteristiche delle due tipologie di materiali, anche in rapporto ai serramenti in legno.

 

Sommario:

Qual è la differenza tra legno tenero e duro?

 

Come si stabilisce la differenza tra legno tenero e duro

legno duro e tenero

Esiste un parametro specifico che permette di stabilire la differenza tra legno tenero e duro. Si tratta del cosiddetto indice di durezza con cui, all’atto pratico, si verifica la resistenza di una essenza lignea alla ammaccatura e all’usura. Tale indice si misura attraverso il test di durezza di Janka, dal nome del suo inventore.

Il test consiste nel determinare la forza necessaria per far sì che una sfera di acciaio di circa 11 millimetri di diametro penetri per metà del suo volume all’interno del legno preso in esame. L’indice di durezza permette così di stabilire quali sono i legni teneri e quali quelli duri.

Legno tenero: caratteristiche, tipologie e usi

Partiamo dalla conoscenza del legno tenero. Un materiale ligneo di questo genere si ottiene tanto da alberi a foglie caduche quanto da conifere. Si tratta solitamente di alberi contraddistinti da una crescita più rapida e dalle colorazioni chiare.

Il legno tenero è più facilmente lavorabile, è capace di trattenere l’umidità e si caratterizza per una consistenza porosa. Sviluppandosi più in fretta rispetto alle tipologie di legno duro, le essenze di questo tipo presentano inoltre delle venature più regolari.

Esempi di legno tenero sono l’abete, il larice e tutte le specie di pino. Essendo dei materiali modellabili con una certa facilità, sono molto richiesti nella realizzazione di mobili, di tavole, di assi ma anche di finestre in legno.

Legno duro: caratteristiche, tipologie e usi

Le essenze che rientrano nella gamma del legno duro provengono dai boschi di latifoglie, non solo europei ma anche esotici. Si tratta di alberi che, crescendo in aree contraddistinte da maggiore siccità, presentano una consistenza più compatta. Il legno duro è molto ricercato sia per la robustezza sia perché dotato di tonalità più scure che lo rendono elegante.

I nostri legni autoctoni più duri includono il castagno, il ciliegio, il frassino, il faggio ma anche il carpino, il noce e il rovere. Ancor più resistente è tuttavia il legno duro di origine tropicale. Tra queste essenze rientrano l’ipè, l’ebano, il teak e il jatoba, conosciuto anche come ciliegio brasiliano.

In virtù della sua robustezza, il legno duro trova una vasta serie di utilizzi che spaziano dalle pavimentazioni alla realizzazione di prodotti pensati per una conservazione duratura. Essenze di questo genere vengono ad esempio usate per i serramenti in legno, grazie alla loro capacità di resistere all’aggressione delle intemperie e all’azione dei raggi solari.

Finestre in legno alluminio: soluzioni ideali per l’isolamento termico e non solo

Conoscere la differenza tra legno tenero e duro è certamente importante nel momento in cui ci si trova a scegliere i serramenti da utilizzare nella propria abitazione. Per la fortuna di tutti, in commercio esistono comunque soluzioni, tanto in legno tenero quanto in legno duro, che permettono di soddisfare ogni tipo di esigenza tecnica nonché estetica.

Nel ventaglio di proposte disponibili, particolarmente ricercate sono le porte finestre e le finestre in legno alluminio. In questa tipologia di prodotti, le caratteristiche del legno si sposano a quelle di un materiale dalle qualità altrettanto elevate: l’alluminio.

Nei serramenti in legno alluminio la parte interna è costituita da legno duro o da legno tenero. L’alluminio viene invece collocato nella parte esterna per sfruttare la sua grande resistenza all’acqua e a qualsiasi agente atmosferico. Una caratteristica che rende così le porte finestre e le finestre in legno alluminio ancor più durature nel tempo, senza dover rinunciare alla bellezza e al calore offerti dall’elemento legno.

Tra i punti di forza dei serramenti in legno alluminio si annoverano innanzitutto l’eccellente isolamento termico e acustico oltre che l’assenza pressoché totale di manutenzione. Si tratta inoltre di prodotti ecologici. Una volta che i serramenti sono dismessi, tutte i materiali di cui sono composti possono infatti essere riciclati e riutilizzati, in piena ottica di economia circolare.

Modelli di serramenti in legno alluminio

In vendita esistono modelli di serramenti in legno alluminio idonei a ogni necessità ma anche adattabili ai più svariati ambienti. Pensiamo alla città. Possiamo ad esempio trovare delle finestre in legno alluminio studiate per le ristrutturazioni nei contesti urbani. Tratti peculiari di questi prodotti sono le grandi vetrate e le strutture ridotte al minimo.

Adatti per la città sono anche i serramenti in legno alluminio progettati per garantire un migliore isolamento acustico, così da rappresentare uno scudo protettivo contro i rumori provenienti dall’esterno.

A disposizione di chi mette il fattore eleganza in primo piano, vi sono poi modelli di infissi legno alluminio il cui design è curato nei minimi dettagli, capaci di adattarsi tanto allo stile moderno quanto a quello retrò. Non mancano inoltre soluzioni di serramenti in legno alluminio innovative, ideali per ambienti dinamici ed evoluti.

Le proposte sono insomma enormi. Per una scelta adeguata è perciò opportuno fare affidamento a professionisti del settore, in grado di consigliare il modello più adatto a ogni esigenza funzionale ed estetica. È il caso degli specialisti di COS.FER.

Serramenti in legno: le soluzioni innovative di COS.FER

Se necessiti dei migliori serramenti in legno da implementare nella tua casa, puoi rivolgerti all’esperienza di COS.FER.

Da oltre venti anni, ci occupiamo della produzione e della vendita non solo di finestre in legno ma anche di serramenti realizzati con altri materiali di grande efficienza, sia sotto il profilo dell’isolamento termico e acustico sia rispetto all’estetica. Accanto ai serramenti in legno, nel nostro ricco catalogo troverai ad esempio finestre e porte finestre in PVC. Ma non solo.

Presso la nostra realtà potrai reperire una serie di ulteriori soluzioni, come persiane, grate, zanzariere e porte blindate, appositamente studiate per rendere la tua abitazione un luogo sicuro e confortevole.

Contattaci per qualsiasi informazione o per un preventivo personalizzato in base alle tue esigenze. In alternativa puoi anche raggiungerci nel nostro Showroom che si trova a Vimodrone, in provincia di Milano. Ti aspettiamo.